La Sig.ra Rosa ha subito una grave frattura della caviglia, che è guarita in posizione scorretta. Dopo un anno ha richiesto l’intervento del Dott. Andrea Scala per migliorare la sua condizione clinica, la qualità della sua vita e tornare all’insegnamento.

Gent. Sig.ra Rosa le sue parole dimostrano la sua grande sensibilità. Lei scrive: ”Sono contenta del mio piede. Lo guardo e ancora non ci credo…”
Provi ad immaginare che valore possono avere per me le sue parole. Pensi al sollievo che ho provato quando ho visto il video, in cui lei usciva di casa per condurre l’auto, che la portava al lavoro. Ricorderà che dopo la frattura e dopo l’intervento subito, la sua caviglia era deviata lateralmente, era quasi immobilizzata ed il dolore era intollerabile. La radiografia mostrava il grave danno subito dalla articolazione. Tornare al lavoro in quelle condizioni era una utopia. Lei ha avuto un grande coraggio e ha veramente desiderato la caviglia nuova. L’articolazione è stata rimessa in asse e ha ripreso a muoversi senza tanto dolore. Ha potuto tornare al lavoro dai suoi studenti, che ama tanto. Desidero ringraziarla per la sua fiducia e per avermi insegnato a credere che il risultato fosse possibile.

Dott. Andrea Scala