protesi caviglia chirurgia del piede roma Andrea Scala

Ciro De Luca

Salve sono Ciro da Napoli e voglio raccontarvi in breve la mia storia e come grazie al Prof. Scala sono ritornato a camminare senza problemi e senza più zoppicare…

Il 30 agosto del 2000 ero in giro su di una vespa e sono stato investito da un furgone insieme ad un mio
amico che purtroppo è morto sul colpo.
Arriva l’ambulanza, mi mettono su e non ricordo più nulla.
Entro in coma per 4 lunghi giorni e accanto a me c’era lui, Padre Pio, è stato Dio, attraverso lui e la mia fede che mi hanno fatto svegliare.
A quel punto inizia il mio calvario con la gamba. Dopo 4 interventi, alcuni riusciti e alcuni no, e più di un anno di convalescenza mi ritrovo con un piede irriconoscibile: dita piegate come un pugno, caviglia bloccata, tibia storta e gamba più corta dell’altra di 3 cm.

Ho convissuto per anni con questo problema con il dolore.
Dopo aver consultato alcuni specialisti ed essermi sottoposto ad altri interventi chirurgici, finalmente, nell’ottobre del 2012 conosco tramite un amico il Prof. Scala che da subito mi ispirano fiducia e mi consigliano di impiantare la protesi di caviglia.

A febbraio 2013 mi sottopongo all’intervento con la speranza di poter risolvere pure la parte metatarsale nonostante il Prof. Scala mi avesse detto che fosse difficile poter operare caviglia e metatarso nella stessa operazione.
Così a luglio 2013 mi sottopongo ad una seconda operazione. A metà agosto ritorno a controllo, il Prof. Scala è estremamente soddisfatto dei risultati ottenuti. Non ho più dolore, la caviglia ha riacquistato più dell’80% di mobilità, non porto più plantari con rialzo e vivo ormai in armonia con la mia gamba.

Dopo 13 lunghissimi anni, 9 interventi e tanta sofferenza, posso finalmente dire: STO BENE!
Ringrazio di vero cuore il Prof. Scala insieme alla sua equipe per aver svolto il loro lavoro con professionalità, amore e con coscienza.