Piede Piatto

Cos’è il Piede Piatto

Il piede piatto valgo pronato dell’adulto è caratterizzato dalla riduzione dell’arco plantare e dal conseguente aumento della superficie d’appoggio della pianta del piede. Rappresenta l’evoluzione clinica del piede piatto-valgo-pronato dell’infanzia e dell’adolescenza.

Evoluzione del piede piatto dell’adulto

Come evolve il piede piatto-valgo-pronato?

L’adulto con il piede valgo pronato deambula abbastanza correttamente e pratica normalmente l’attività sportiva. Il dismorfismo diventa una patologia. Il piede, ad un certo punto si aggrava e, quel che è peggio, diventa doloroso.

Quali sono le cause?

Uno sforzo fuori dell’ordinario come il trasporto di pesi, una lunga camminata, affrontare un terreno sconnesso, una corsa prolungata, un allenamento od una competizione sportiva più intensi del solito.

Che cosa succede al Piede Piatto?

Quando manca meccanismo frenante che impedisce il cedimento dell’arco del piede, costituito dalla capsula articolare e dai legamenti il piede crolla. Il tendine Tibiale Posteriore viene coinvolto nel cedimento dell’arco interno e si infiamma e il piede diventa molto dolente.

piede piatto piede valgo chirurgia del piede Andrea Scala Roma
La foto mostra la differenza tra il piede sano (linea verde) e il piede piatto pronato (linea rossa spezzata), si nota il crollo dell’arco interno del piede, la sporgenza del piede verso l’interno e la deviazione in valgo del calcagno.

Postura

Il piede dolente appare più coricato verso l’interno (pronato) rispetto al solito. La deambulazione sbilanciata da un lato si ripercuote negativamente sulla colonna vertebrale.

piede piatto piede valgo chirurgia del piede Andrea Scala Roma
La foto mostra l’arto sano (linea verde) e il piede valgo pronato (linea rossa spezzata).
piede piatto piede valgo chirurgia del piede Andrea Scala Roma
La foto del paziente mostra la differenza tra arto sano (linea verde) e arto valgo pronato inea rossa spezzata).

Sintomatologia dolorosa

La parte interna del piede in corrispondenza del malleolo tibiale mediale si gonfia.
Nella gamba il dolore si presenta dietro il malleolo mediale, accompagnato da un fastidioso gonfiore che non va via nemmeno con il riposo. Il dolore prosegue verso l’alto, sul polpaccio. Alle volte il dolore è laterale.

Come curare il Piede Piatto

Terapia Medica

Il paziente usa farmaci antidolorifici e anti-infiammatori che danno sollievo, ma solo temporaneo.

Fisioterapia

L’applicazione dei mezzi fisici che erogano elettricità, calore, luce laser, elettromagnetismo danno un beneficio temporaneo. La fisioterapia e la riabilitazione eseguita dopo l’intervento chirurgico hanno maggior valore.

Ortesi plantari

I plantari apportano un grande sollievo al piede valgo pronato ma non sono risolutivi. Ben altro valore hanno le ortesi plantari dopo l’intervento chirurgico perché mantengono il reallineamento ottenuto.

Intervento chirurgico

Lo scopo dell’intervento è di ricostruire l’arco interno del piede, sollevarlo dal crollo che ha subito.
Il calcagno (l’osso su cui appoggia tutto il corpo) viene riallineato e viene corretta la sua deviazione laterale.

piede piatto radiografia astragalo Andrea Scala ortopedico Roma
La radiografia pre-operatoria mostra il crollo dell’arco interno del piede. La freccia rossa indica che l’ astragalo crolla verso il suolo (piede valgo pronato). La linea rossa che viene dal metatarso è spezzata e dimostra che il piede è praticamente rotto in due parti: anteriore (avampiede) e posteriore (retropiede).
piede piatto radiografia astragalo Andrea Scala ortopedico Roma
La radiografia post-operatoria mostra che l’arco interno del piede è stato sollevato. La freccia verde indica che l’astragalo guarda verso l’alto. La linea verde che viene dal metatarso continua con l’astragalo e dimostra che il piede ha ricostruito il normale allineamento tra le due parti: anteriore (avampiede) e posteriore (retropiede).

 

Casi clinici e Testimonianze