Protesi di Caviglia, un caso clinico interessante

protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
Il filmato mostra una paziente che non può deambulare senza l’uso del bastone. Si nota una grave zoppia e una grave deformità del piede sinistro. La punta del piede è flessa verso il pavimento (piede equino). La caviglia è anchilosata e non si articola. La paziente ha subito un grave incidente con frattura trimalleolare. È stata operata più volte ma la caviglia è rimasta rigida e deforme.
protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
La radiografia mostra le due caviglie della paziente messe a confronto. Il lato destro (Ds) mostra l’articolazione sana. Il lato sinistro (Sn) mostra l’articolazione preda della grave artrosi. Il perone è ancora fratturato a distanza di anni dall’incidente. È rimasta una vite che blocca irrimediabilmente il movimento articolare. La caviglia è gravemente deviata verso l’esterno. Prima di eseguire l’intervento di protesi occorre correggere queste gravi condizioni di disassamento ed instabilità.
protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
La radiografia frontale della caviglia dimostra la guarigione della frattura del perone. E’ stato eseguito intervento di trapianto osseo fissato con placca e viti. La caviglia è tornata  in asse con la gamba.
protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
La radiografia frontale della caviglia mostra la presenza della protesi di caviglia. Le componenti protesiche appaiono correttamente allineate.
protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
Il filmato mostra la radiografia animata della caviglia, eseguita al termine dell’intervento chirurgico. Risultano evidenti le componenti della protesi. Si nota che  la componente tibiale ed astragalica dono saldamente innestate nell’osso. Il movimento articolare che era completamente assente prima dell’intervento appare ripristinato.
protesi caviglia chirurgia del piede andrea scala chirurgo ortopedico
In questo filmato si osserva che la paziente, dopo essersi sottoposta all’intervento chirurgico è di nuovo in grado di deambulare senza nessuna difficoltà oggettiva.